Uncategorised

L’arte del pizzaiolo napoletano è patrimonio UNESCO

13/01/2018
Pizza Napoletana Neapolis

Napoli è in festa: il 07 dicembre 2017 a seguito della decisione presa in Corea del Sud, per l’UNESCO l’arte del pizzaiolo napoletano e’ patrimonio dell’umanità. E non solo: è parte indiscutibile del patrimonio culturale tutto ciò che è collegato alla produzione della pizza, come la manualità ed i gesti, le canzoni, le espressioni facciali, il gergo locale, la capacità di maneggiare l’impasto ed anche le esibizioni.

I pizzaiuoli, assieme ai loro ospiti, sono coinvolti in un rito sociale, il cui bancone e il forno fungono da “palcoscenico” durante il processo di produzione della pizza.

E tutto questo accade in un’atmosfera amichevole e conviviale che include interazione con gli ospiti, prosegue l’agenza dell’Onu per la cultura: “Partendo dai quartieri poveri di Napoli, la tradizione culinaria si è profondamente radicata nella vita quotidiana della comunità. Per molti giovani praticanti, diventare Pizzaiuolo rappresenta anche un modo per evitare la marginalità sociale”.

L’UNESCO ha premiato il paziente lavoro del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali che fin dal 2009 ha iniziato a redigere il dossier per la candidatura, supportato per l’occasione dalle varie Associazioni dei pizzaiuoli.